Traduzione di testi e documenti ufficiali in Russo e dal Russo all'Italiano

Offriamo un servizio di traduzione in molteplici ambiti (documenti ufficiali, pagine web e siti, contratti, libri, documenti medici etc.)

Su richiesta del cliente, siamo in grado di legalizzare e asseverare le traduzioni mediante il nostro servizio di traduzione giurata.

I nostri traduttori vantano diversi anni di esperienza e specializzazione in una combinazione di lingue.

 Per avere maggiori informazioni consultata subito la sezione traduzioni documentali del nostro sito o contattaci subito per un... Preventivo Gratuito senza impegno!

Alcune Curiosità sulla Lingua Russa

Il Russo ha ha origine dal protoslavo, lingua originaria dei popoli slavi. Oggi è la lingua ufficiale in quattro stati: Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan e Russia. Inoltre è la lingua ufficiale della Gagauzia, che si trova all’interno della Moldavia. Si stima che il russo sia la lingua madre di circa 180 milioni di persone e che venga parlato come seconda lingua da 120 milioni di persone in tutto il Mondo, per un totale di 300 milioni di parlanti.

L'alfabeto russo è anche conosciuto come cirillico, e un’ipotesi accreditata ne attribuisce le origini al lavoro di San Clemente di Ocrida, discepolo di S. Cirillo e S. Metodio, anche se è più probabile che sia stata la Scuola letteraria di Preslav (in Bulgaria) ad aver inventato e sviluppato questo alfabeto dato che proprio nei pressi della scuola sono state rinvenute le più antiche iscrizioni in cirillico, risalenti al X secolo D.C.

L'alfabeto ha un totale di 33 lettere tra le quali alcune derivano direttamente da ebraico e greco. In tutto, esistono sei lettere scritte allo stesso modo e con lo stesso suono rispetto all’alfabeto “occidentale” (A, E, M, O, T, K), mentre le altre lettere russe hanno un aspetto e/o identificano un suono totalmente diverso.

La parola russa "Bistro" può essere tradotta con "Veloce". Quando i cosacchi sconfissero Napoleone e presero la città di Parigi, allestirono delle cucine da campo e nel distribuire il cibo veniva urlato: "bistro, bistro" come incitazione dal significato: "forza, veloci, mangiare in fretta". Quando i cosacchi se ne andarono da Parigi, i francesi cominciarono a chiamare i ristoranti "Bistrot".

Siamo specializzati in

Cosa aspetti?
Contattaci subito per maggiori informazioni e un preventivo senza impegno!